Letti elettrici

Se stai cercando letti elettrici , devi recarti presso un negozio di ortopedia e letti elettrici  e devi sapere che:

Che cosa sono i letti elettrici
I letti elettrici possono svolgere due diverse finalità, infatti sono nati come dispositivi medici e ospedalieri per andare incontro alle esigenze di anziani e disabili che presentano difficoltà di deambulazione oppure degli individui fortemente obesi. Al tempo stesso negli ultimi anni sono apparsi sul mercato modelli di letti elettrici pensati per i normali utenti che desiderano avere un riposo notturno più comodo e tranquillo. In entrambi i casi questi dispositivi sono motorizzati e quindi consentono di regolare a proprio piacere la posizione della rete. Queste soluzioni sono molto comuni negli ospedali dove le persone con problemi di salute oppure di mobilità necessitano di ausili per un migliore comfort. Infatti molto spesso non possono alzarsi o muoversi per svolgere attività come bere e mangiare oppure semplicemente cambiare posizione. Di conseguenza risulta essere fondamentale poter regolare la posizione della rete e quindi del materasso in base alle proprie esigenze premendo il tasto del telecomando. Ad esempio si può sollevare la parte superiore della rete e del materasso per consentire alla persona che occupa il letto di stare in una posizione seduta. Al contrario il sollevamento della parte inferiore del letto è indicata quando si vuole mantenere le gambe in posizione rialzata. In passato i letti elettrici erano usati soltanto negli ospedali in quanto prodotti molto costosi. Oggi, invece, sono stati messi in commercio letti ospedalieri per uso domestico a costi accessibili per permettere una migliore gestione del malato, dell’anziano e del disabile nella sua stessa casa. Questi prodotti vengono chiamati anche letti a gravità zero perché diventa possibile ottenere questo effetto usando il motore idraulico per alzare sia la parte inferiore della rete che quella superiore contemporaneamente. Invece si parla di letti reclinabili quando questi modelli elettrici vengono proposti ai normali utenti che non hanno necessità particolari per quanto riguarda il punto di vista medico oppure della deambulazione, tuttavia desiderano il massimo comfort durante il riposo. Infatti una rete motorizzata contribuisce a migliorare la qualità del sonno e il benessere psico-fisico delle persone, riducendo il livello di stress. Ciò vale ovviamente anche nel caso in cui il letto elettrico sia una scelta obbligata dietro prescrizione medica.

Come scegliere un letto elettrico quando ci si reca in un negozio di articoli ortopedici 
Per scegliere quale sia il letto più adatto alle proprie esigenze bisogna considerare diversi fattori e caratteristiche. Infatti ci sono alcuni aspetti da valutare in maniera attenta prima di procedere all’acquisto. Ciò vale soprattutto nel caso in cui i letti elettrici siano dispositivi medici. Innanzitutto occorre valutare la qualità del telaio e le caratteristiche delle reti motorizzate, come la movimentazione attraverso il telecomando o meno e la capacità di sollevamento. Inoltre è bene verificare quali siano i dati tecnici del motore. Tutti questi fattori determinano non solo le caratteristiche stesse del letto elettrico, ma influenzano anche il prezzo finale. Una rete per letto singolo di tipo elettrico, di buona qualità si trova a partire da 300 euro circa, tuttavia i letti completi hanno prezzi variabili da 600 euro in su. Per quanto riguarda le peculiarità del letto occorre tenere in considerazione:
– la capacità di sollevamento. Questo elemento viene sempre riportato sulla scheda tecnica di ogni modello e indica il peso massimo che può essere supportato dalla rete motorizzata. In genere questo valore viene riportato in chili, tuttavia nel mercato anglosassone l’unità di misura adottata può anche essere la libbra. Un aspetto da tenere a mente è che il peso sollevabile comprende sia quello dell’occupante che quello del materasso. Di conseguenza è bene avere un margine più ampio e scegliere un dispositivo con una capacità di sollevamento adeguata. Questo fattore risulta essere molto importante soprattutto quando si ha a che fare con pazienti fortemente obesi, situazioni nelle quali il peso da sollevare è veramente considerevole. In questi casi si opta spesso per modelli king e queen size, che solo sono molto più ampi rispetto ai letti elettrici singoli, ma hanno anche una capacità di sollevamento maggiore;
– la presenza o meno di un telecomando per far alzare e abbassare la rete dei letti elettrici. In genere questi dispositivi sono collegati al telaio con un cavo oppure sono wireless, così da poter gestire il letto con maggiore comodità. In questo caso sia l’occupante che eventuali infermieri o visitatori possono disporre della movimentazione della rete. Inoltre sono disponibili in commercio soluzioni all’avanguardia che integrano funzioni aggiuntive oppure che sono retroilluminati. Nel primo caso si possono adottare funzionalità massaggiatore (si tratta di un accorgimento veramente utile per evitare crampi e piaghe da decubito) e posizioni preimpostate, così da poter muovere la rete nella posizione che si sa essere la più comoda. Nel secondo, invece, è possibile usare il telecomando con la massima facilità anche durante la sera e la notte senza dover accendere la luce. Qualunque sia la versione prescelta è fondamentale che sia di ottima qualità per garantire buone prestazioni e una lunga durata. La scelta, comunque, si basa su quali siano i propri gusti ed esigenze personali;
– le dimensioni del letto. In genere i dispositivi medici sono singoli che possono essere inseriti facilmente nella camera da letto domestica, tuttavia in alcuni casi particolari si necessita di una rete elettrica king size. In alcune situazioni si opta invece per modelli matrimoniali, ad esempio quando il prodotto serve a una persona anziana che dorme nella propria casa, ma non da sola. Comunque è possibile scegliere una versione matrimoniale dove si possa movimentare soltanto un lato;
– il telaio della rete a doghe elettrica. Questo elemento può essere in acciaio oppure in legno. In genere si tende a optare per la prima soluzione in quanto garantisce una maggiore capacità di sollevamento. In commercio si trovano modelli con telai in metallo più o meno denso: si tratta di un aspetto che determina il peso e la resistenza del prodotto. Proprio per questo motivo è necessario verificare con attenzione la qualità del modello.
Un altro fattore che occorre tenere in considerazione riguarda il motore che movimenta il letto elettrico e le sue prestazioni. Una soluzione di buona qualità deve coniugare una notevole potenza, consumi ridotti e il fatto di essere silenzioso. La potenza è legata alla capacità di sollevamento del dispositivo: in genere i motori più piccoli ed economici sono a marchio DC, mentre quelli CA si caratterizzano per essere più potenti e avere un maggior livello di affidabilità. La qualità viene determinata anche dalla garanzia (dai 10 ai 20 anni), mentre la rumorosità del letto elettrico viene indicata sulla scheda tecnica riportando l’emissione di decibel.

Quali sono i benefici del letto elettrico
Usare un letto elettrico consente di avere numerosi vantaggi non soltanto dal punto di vista del comfort, ma anche da quello della salute e del benessere psico-fisico. Innanzitutto dormire in posizione leggermente eretta diminuisce la pressione sui polmoni. Questo fatto risulta essere molto utile per i soggetti asmatici e per le persone che sono colpite da apnee notturne. I letti elettrici apportano benefici anche alla schiena in quanto diventa possibile distribuire la pressione in tutto il corpo regolando l’altezza della rete a seconda delle proprie esigenze. Inoltre le persone che soffrono di reflusso hanno un riposo migliore alzando leggermente la parte superiore del letto. Si tratta di un accorgimento utile per evitare il reflusso degli acidi dallo stomaco all’esofago. Regolare la posizione della rete per rialzare completamente lo schienale è di beneficio per la colonna vertebrale in quanto è possibile leggere, mangiare e guardare la televisione comodamente seduti a letto con il busto eretto. I vantaggi per la salute della colonna vertebrale riguardano anche il periodo di riposo. I letti elettrici sono dispositivi medici consigliati alle persone che soffrono di diabete in quanto questa malattia comporta nella maggior parte dei casi lo sviluppo di problemi circolatori, che colpiscono soprattutto gli arti inferiori. Proprio per questo motivo si ottengono buoni risultati e un miglioramento della propria condizione riposando, anche durante il giorno, tenendo in posizione rialzata le gambe. Infine numerosi anziani soffrono di artrite reumatoide e un prodotto massaggiante permette di alleviare i disagi e i dolori legati a questa patologia.

Dove comprare un letto elettrico
Proprio per tutti questi motivi l’acquisto deve essere fatto con grande attenzione in un negozio di ortopedia specializzato, chiedendo consiglio a un esperto del settore. Questa modalità consente non solo di scegliere il prodotto giusto, ma anche di avere un canale diretto con il venditore. L’acquisto in negozio di articoli ortopedici e letti elettrici consente di avere numerosi vantaggi che non possono essere usufruiti da chi decide di comprare i letti elettrici online. Spesso si opta per questa soluzione perché garantisce un immediato risparmio economico, ma occorre valutare il rapporto complessivo qualità/prezzo del modello. Acquistare nei punti vendita specializzati consente di avere una reale convenienza, acquistando in maniera intelligente prodotti certificati e garantiti.

Nei negozi di ortopedia e letti elettrici troverai il prodotto che stai cercando…